xmlns:og='http://ogp.me/ns#' Non di solo pane...: January 2017

Tuesday, January 31, 2017

ROTOLINI DI CHIACCHIERE AL VINO BIANCO

Da bambini, Avete mai arrotolato le stelle filanti formando lunghi rotolini colorati? Io questa volta l'ho fatto in cucina!




Gr. 400 farina tipo 1
Gr. 150 vino bianco 
buccia grattugiata di un arancio
4 cucchiai di olio d'oliva
3  cucchiai di zucchero a velo
1 uovo
1 pizzico di sale

Miele q.b.
Olio per friggere




In una ciotola mescolare la farina setacciata con il vino e l'uovo,  aggiungere l'olio, lo zucchero a velo, la buccia grattugiata dell'arancio, il pizzico di sale e impastare bene amalgamando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un panetto morbido, elastico e non appiccicoso.



Coprire l'impasto con pellicola trasparente e lasciar riposare per mezz'ora a temperatura ambiente.

Stendete la sfoglia in un rettangolo lungo 50 cm. e con la rotellina dentata tagliare delle lunghe strisce alte un paio di centimetri.



Arrotolare le strisce su se' stesse e tuffare i rotolini in olio caldo lasciandole un paio di minuti, fino a doratura.




Adagiare i rotolini su panno assorbente e pennellarli poi con del miele.





Postata sulla rivista online Ladyblitz


Monday, January 30, 2017

MODELLO MARIANNA








Abito lungo composto da gonna in taffeta' di seta a righe orizzontali, arricciata in vita, allacciata dietro con bottoncino automatico bordata in pizzo di cotone color avorio.

Top in pizzo di cotone color avorio, allacciato dietro con bottoncini automatici.

Sottogonna in fodera di viscosa avorio bordata con passamaneria in pizzo in tinta, arricciata in vita con elastico in tinta.

Stola in visone ecru.

Orecchini pendenti con anellino e sfera dorate.

Collier in perle di vetro e corallini dorati.

CACHEPOT QUADRATO CON PIEDINI







Cachepot quadrato con piedini, dipinto a mano con paesaggi, tecnica tradizionale, terzo fuoco, cottura forno a muffola.

PANE INTEGRALE FICHI E NOCI

Appena tolto dal forno profuma d'autunno, di foglie multicolori, di tramonti freddi e tersi, di camini accesi e di risate in compagnia.
Un pane con farina integrale, lievito madre, fichi secchi e noci adatto per accompagnare buone vellutate, zuppe e minestre o ancora per essere spalmato con buoni formaggi molli....a voi la scelta.









Gr. 250 farina tipo 1 proteine 12,5
Gr. 250 farina integrale
Ml. 300 acqua a temperatura ambiente
Gr.   50 lievito madre liquido rinfrescato
Gr.   10 sale
Gr. 100 fichi secchi tagliati a pezzettini
Gr.  50 noci sgusciate e ridotte in pezzettoni




Con pasta madre solida gr. 80 farina totale gr. 470, resto ingredienti invariato
con lievito di birra frsco Gr. 3, resto ingredienti invariato
con lievito di birra secco Gr. 1, resto ingredienti invariato

NB. con lievito di birra fresco o secco si dovra' procedere con un poolish sciogliendo il lievito in ml. 100 di acqua e aggiungendo Gr. 100 di farina. Lasciare riposare coperto con pellicola per un'ora e procedere poi come da ricetta.


Nella planetaria sciogliere il lievito con l'acqua mescolando con una frusta a mano o con una forchetta fino ad ottenere una fitta schiuma in superficie.

Azionare la planetaria con la foglia a bassa velocita', aggiungere poco per volta le farine mescolate fra di loro e setacciate lasciando un paio di cucchiai ai quali verra' mescolato il sale.

Quando le farine saranno ben assorbite passare ad una velocita' media e aggiungere l'olio a filo continuando ad impastare fino a completo assorbimento.

Sostituire la foglia con il gancio e portare ad incordatura.

Abbassare al minimo la velocita' della planetaria e introdurre le noci e i fichi e lasciar lavorare per un paio di minuti fino a che si saranno amalgamati bene all'impasto.

Lasciare riposare l'impasto in ciotola per 15 minuti.

L'impasto si presentera' un pochino appiccicoso.


Ribaltare poi l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato ed eseguire le pieghe a libro per tre volte a distanza di mezz'ora l'una dall'altra, tenendo coperto l'impasto negli intervalli con ciotola a campana.

Pirlare bene e mettere l'impasto in una ciotola leggermente oliata, sigillandola bene.

Lasciare puntare l'impasto per un'ora e poi mettere in frigorifero per una notte, circa otto ore.

Togliere dal frigorifero e portare l'impasto a temperatura ambiente, circa due ore di riposo.

Ribaltare l'impasto sul piano di lavoro e fare di nuovo delle pieghe a libro, pirlare serrando bene l'impasto, adagiare poi su un panno ben infarinato con semola mista a farina con la chiusura in alto.

Spolverare con semola e farina la superficie e richiudere il panno sul pane.

Sigillare il cestino in un sacchetto per alimenti e lasciare lievitare bene fino al raddoppio.


Accendere il forno lasciando la leccarda al suo interno, portare a 230º e velocemente ribaltare con delicatezza il pane sulla leccarda, fare i tagli e infornare per 20 minuti con un pentolino d'acqua per creare vapore,  abbassare il forno a 200º e lasciar cuocere altri 20 minuti togliendo il pentolino, 180º ancora per mezz'ora.


Appoggiare il pane in verticale alla parete del forno e lasciar cuocere ancora per 20 minuti a 150º con sportello leggermente aperto.

Togliere dal forno e lasciar raffreddare il pane verticalmente e tagliarlo solo quando sara' raffreddato completamente.




Sunday, January 29, 2017

FOCACCIA CON VORTICE DI VERDURE GRIGLIATE

Una focaccia, non la solita focaccia, preparata con lievito madre liquido, resa piu' soffice grazie alla presenza di  yogurt, ricca di verdure grigliate, mozzarella e profumata con abbondante origano.



Gr. 250 farina tipo 1
Gr. 150 farina integrale
Gr.  50 lievito madre liquido rinfrescato
Ml. 200 acqua
Gr. 100 yogurt
Ml.  40 olio d'oliva
Gr.  10 sale

per la farcitura
1 melanzana tagliata a fette sottili e grigliata
1 patata lessata tagliata a fette sottili
1 pomodoro tagliato a fette sottili
1 zucchino tagliato a fette sottili e grigliato
1 carota lessata tagliata a fette sottili
Gr. 100 circa di mozzarella grattugiata

Origano q.b.



Con lievito madre solido Gr. 80, farina in totale Gr. 470, resto degli ingredienti invariato
Con lievito di birra fresco Gr. 3 resto degli ingredienti invariato
Con lievito di birra secco  Gr. 1 resto degli ingredienti invariato
NB. Con lievito di birra fresco o secco preparare un poolish sciogliendo il lievito in Ml.100 di acqua e Gr. 100 di farina, mescolare bene e lasciare riposare per un'ora coperto da pellicola, proseguire poi con la ricetta.




Nella planetaria sciogliere il lievito con l'acqua e lo yogurt, con una frusta a mano o con una forchetta, ossigenare bene fino ad ottenere una fitta schiuma in superficie.

Azionare la planetaria con la foglia a bassa velocita', aggiungere poco per volta le farine setacciate e mescolate fra loro lasciando un paio di cucchiai in avanzo nel quale verra' mescolato il sale.

Quando tutta la farina sara' ben assorbita dai liquidi passare ad una velocita' media e aggiungere l'olio a filo continuando a impastare fino a completo assorbimento.

Sostituire la foglia con il gancio e incordare.

Lasciare riposare l'impasto in ciotola per un quarto d'ora coperto con pellicola.

Ribaltare l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e fare delle pieghe a tre per due volte a distanza di mezz'ora, pirlare e chiudere l'impasto in ciotola leggermente oliata, lasciare riposare l'impasto per una notte in frigorifero.

La mattina seguente togliere dal frigorifero e lasciare riposare a temperatura ambiente un paio d'ore.

Stendere l'impasto in un grande rettangolo alto circa mezzo centimetro aiutandosi con un mattarello e ritagliare delle strisce alte circa cm.8., disporre le verdure su un lato e richiudere l'impasto su se' stesso arrotolandolo in una teglia, leggermente oliata,  partendo dal centro fino ad arrivare al bordo,  come nelle foto sotto.





Coprire la focaccia in un sacchetto per alimenti e lasciare lievitare ancora un paio d'ore.



Spennellare delicatamente la superficie della focaccia e delle verdure, aggiungere abbondante origano a pioggia e infornare a 180º per circa 30 minuti, fino a che la superficie diventera' bella dorata.



Togliere dalla teglia e servire calda.




(Ricetta inserita nella sezione Top Vegetariana nel gruppo Chef & Maitre)











Saturday, January 28, 2017

CONTENITORE OLIO E ACETO








Contenitore per olio e aceto in porcellana decorato con motivi naturalistici. Tecnica tradizionale, terzo fuoco, cottura forno a muffola.

MODELLO MARGHERITA






Maglia in jersey di cotone elasticizzato nero , scollatura profonda sul dietro bordata con perline nere applicate a mano, manica trequarti bordata con perline nere applicate a mano, collo a barchetta ricamato con paillettes nere e perline bianche, allacciato dietro con bottoncino automatico.

Leggings in jersey di cotone elasticizzato nero.

BISCOTTI DA INZUPPO

Una ricetta semplice, genuina per questi biscotti inzupposi, friabili, morbidi che si sciolgono a contatto con il latte caldo.






Per circa venti biscotti


Gr. 250 farina tipo 1
Ml.  60 olio di semi di mais
Ml.  20 latte tiepido
Gr.   80 zucchero 
1 uovo
scorza grattugiata di un limone
Gr. 5 ammoniaca per dolci
1 pizzico di sale

zucchero semolato per cospargere i biscotti






Mettere la farina in una ciotola, aggiungere l'uovo in precedenza sbattuto con lo zucchero, l'olio, il latte in cui si sara' sciolta l'ammoniaca, la scorza del limone e il pizzico di sale.

Impastare bene tutti gli ingredienti con una forchetta fino ad ottenere un impasto omogeneo e leggermente appiccicoso.

Dividere l'impasto in tanti piccoli cilindretti della lunghezza di circa cm.4, e rotolarli nello zucchero.

Adagiarli sulla placca del forno ricoperta con carta forno, distanziati fra loro, schiacciandoli con i rebbi di una forchetta.



Infornare a 180º per 20 minuti fino a leggera doratura.


Lasciar raffreddare su gratella.









TEIERA ARABA E TAZZINE






Teiera araba in porcellana dipinta a mano con ghirlande di roselline intrecciate a nastri rosa, tecnica tradizionale. Rifiniture in oro zecchino lucido steso a mano.
Terzo fuoco, cottura forno a muffola.

Tazzina da te' con piattino, servizio 6 pezzi, dipinta a mano con ghirlande di roselline intrecciate a nastri rosa e rose sparse, tecnica tradizionale. Profilature e manico in oro zecchino lucido, terzo fuoco, cottura forno a muffola.