xmlns:og='http://ogp.me/ns#' Non di solo pane...: September 2016

Wednesday, September 28, 2016

FAGOTTINI ARANCIA E CIOCCOLATO

Arancia e cioccolato,  un connubbio ormai consolidato,  profumi e aromi eccezionali racchiusi in uno strato di morbida e fragrante frolla. Sono nati cosi i miei fagottini con marmellata d'arancia e cioccolato fondente.



Gr. 250 farina tipo 1
Gr. 100 zucchero
Gr. 100 burro a pomata
1 uovo
1 pizzico di sale
scorza grattuggiata d’arancia
mezzo cucchiaino da caffè’ di lievito per dolci


per farcire
Gr. 50 Marmellata d’arancia con scorzette QUI
per la ricettina

Gr. 50 cioccolato fondente grattugiato

Zucchero a velo a piacere

In una ciotola amalgamare bene tutti gli ingredienti per la frolla escluso il burro amalgamandoli bene, impastandoli con le mani. 


Aggiungere infine il burro a pomata e continuare a lavorare con le mani fino ad ottenere un panetto morbido ma non appiccicoso. che andrà’ in frigorifero avvolto da pellicola per un paio d'ore.

Stendere la pasta con un matterello in uno spessore di circa mezzo centimetro e con un taglia biscotti rotondo con diametro di cm. 5 
ricavare dei cerchi, continuando fino ad esaurimento della frolla. 


Mescolare la marmellata con il cioccolato fondente e adagiarne un cucchiaino  in ogni cerchietto di frolla. 

Richiudere sigillando bene il dischetto formando un fagottino che andra' adagiato sulla placca del forno ricoperta con carta forno.

Cuocere a 160º per circa 15 minuti. 

I biscotti non devono scurire altrimenti la frolla sara' troppo secca.

Lasciare raffreddare e cospargere con zucchero a velo.


Tuesday, September 27, 2016

MODELLO GIOCONDA




Miniabito in angora color beige, lavorato a ferri a punto coste 1/1, manica appena accennata, colloo a barchetta.

Stola in alpaca nera lavorata a ferri a punto legaccio.

Sacchettino in filo di Scozia e filato a pailletes neri lavorati a uncinetto a punto basso.

Orecchini sferici dorati.

Collana a doppia catenella nera con anello in fimo nero.

MODELLO GIULIANA





Completo in maglia composto da cardigan in cotone boucle' fantasia, manica lunga allacciato con gancetti metallici, scollo a V, lavorato a ferri a punto coste 1/1.

Minigonna in cotone boucle' fantasia, lavorata a ferri a punto coste 1/1.

Bustina in seta giallo oro bordata in pailletes e corallini applicati a mano.

Orecchini a sfera in strass verde mela.

Top in pura seta giallo oro allacciato dietro con bottoncini automatici.



MODELLO GIUSEPPINA




Maglia in cachemire colore beige lavorata a coste, mezza manica, collo a barchetta.

Pantalone modello Capri, in jersey di puro cotone nero.

Borsone a tracolla in cotone perlato nero, lavorato a uncinetto a punto basso.

Sciarpa in jersey di cotone nero.

Cintura a catena, in metallo nera, allacciata con moschettone.

Orecchini ad anello in fimo nero. 

Monday, September 26, 2016

MINIBRIOCHE AL PROFUMO DI MANDARINO


E' un vero peccato che non abbiano ancora inventato l'applicazione "olfatto" per i nostri computer! 
Un impasto morbido e vellutato arricchito dal profumo di mandarino. Sono nate cosi queste graziose e profumatissime minibrioche.




Gr. 300 farina tipo 1
Gr.  50 lievito madre liquido rinfrescato
Ml. 100 latte temperatura ambiente
Ml.  20 olio Evo
Gr.   50 zucchero
1 uovo a  temperatura ambiente
scorza grattuggiata di due mandarini
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di miele
latte per spennellare la superficie delle brioche


zucchero a velo per guarnire

Con pasta madre solida rinfrescata Gr.70
Farina in totale Gr. 280, resto degli ingredienti invariato.
Con lievito di birra fresco Gr. 2, resto degli ingredienti invariato.
Con lievito di birra secco Gr. 1, resto degli ingredienti invariato.
Con lievito di birra fresco e secco occorre preparare un poolish sciogliendo bene il lievito in  Gr. 50 di latte e mescolare poi con Gr. 50 di farina e lasciare a riposo per circa un'ora coperto da pellicola. Procedere poi con la ricetta.  
   

Nella planetaria sciogliere bene con una frusta a mano il lievito madre con il latte, il miele e le scorzette di mandarino fino ad ottenere un velo di bolle in superficie aggiungere l'uovo precedentemente sbattuto con una forchetta.
Lavorando con la foglia a bassa velocita' aggiungere poco a poco la farina setacciata, le scorze di mandarino e lo zucchero.

Quando l'impasto si sara' ben amalgamato aumentare un po' la velocita' aggiungere il sale e l'olio a filo.
Lavorare bene fino a completo assorbimento dell'olio.
Sostituire la foglia con il gancio e lavorare a media velocita' fino a incordatura.
Si dovra' ottenere un panetto molto morbido, elastico e non appiccicoso.
Ribaltare sul piano di lavoro e lasciare riposare l'impasto con ciotola a campana per venti minuti.
Fare poi due giri di pieghe a distanza di quindici minuti l'una dall'altra.
Formare una palla pirlando per bene l'impasto, adagiarla in un contenitore leggermente oliato e sigillare con pellicola trasparente lasciando lievitare fino al raddoppio.

Rovesciare l'impasto su un piano di lavoro infarinato e con il mattarello stendere una sfoglia alta circa mezzo centimetro.
Con un tagliabiscotti rotondo del diametro di 5 cm. ricavare tanti dischetti di pasta; sovrapporre leggermete tre dischetti per volta e arrotolarli a cilindro. 



Tagliarli a meta' ottenendo da ognuno due piccole roselline.


Continuare fino ad esaurimento dell'impasto.


Disporre tre roselline all'interno di stampi   per muffin e lasciar lievitare ancora un paio d'ore coperti da pellicola trasparente.
Spennellare le brioche con del latte e infornare a 170º per circa 20 minuti, fino a doratura.
Togliere dal forno e lasciare intiepidire nei loro stampi. 


Guarnire con zucchero a velo a piacere. 
Si possono servire adagiate in pirottini di carta.




FARINATA DI CECI

Bastano davvero pochi ingredienti per ottenere questa torta davvero deliziosa. 
Si tratta della farinata di ceci, la torta bassa di provenienza ligure, preparata con della farina di ceci, acqua e olio d'oliva.
Gustosa mangiata sola ma si puo' gustare anche accompagnata a  formaggi o affettati.




Per la farinata di ceci:

Gr. 200 farina di ceci
Ml. 400 acqua
Ml. 30 olio d'oliva
Gr.   5 sale
1 rametto di rosmarino fresco

olio d'oliva per ungere la teglia
io ho usato una teglia antiaderente con diametro di cm. 28


Stemperare in una ciotola la farina di ceci  mescolandola  con l'acqua facendo attenzione a non formare grumi, eventualmente schiacciandoli con il cucchiaio contro la ciotola per eliminarli del tutto.

Mescolare bene fino ad ottenere un composto molto liquido che andra' coperto con pellicola trasparente e tenuto per una notte a riposo a temperatura ambiente.

La mattina successiva togliere la schiuma che si sara' formata sulla superficie del composto e mescolare bene aggiungendo l'olio a filo, il sale e gli aghi di rosmarino tagliati a coltello.

Ungere con abbondante olio d'oliva il fondo della teglia e versarvi la farinata di ceci.

Infornare a 220º per dieci minuti nella parte bassa del forno e i successivi quindici minuti sempre alla stessa temperatura ma portando la teglia nella parte centrale del forno continuando per qualche minuto, se necessario, la cottura fino a che la farinata diventera' bella dorata.

Togliere la farinata dal forno e servire subito.



Ho replicato la ricettina della farianta di ceci aggiungendo all'impasto delle note di sapore create con verdure fresche e sott'olio e profumandola con erbe aromatiche.



Il procedimento dell'impasto e' sempre lo stesso.

Quando la farinata avra' riposato, al momento di aggiungere l'olio,  dieci pomodorini ciliegini tagliati a pezzettini,  altrettanti carciofini sott'olio, ben sgocciolati,  tagliati a fettine, un cucchiaino di origano, qualche fogliolina di prezzemolo,  rucola tagliati sottili e mescolare bene amalgamando il tutto all'impasto. 



Infornare come descritto sopra.

Quando la farinata si sara' intiepidita potrete portarla in tavola intera oppure bastera' prendere un coppapasta con diametro 10 e ritagliare delle focaccine piu' piccole.






CONFETTURA DI CIPOLLE ROSSE E UVETTA CARAMELLATE

Dedicata a chi, come me,  piace finire un pasto con una fettina di formaggio.
E' una marmellata preparata con della saporita cipolla rossa, dell'uva passa e del peperoncino per renderla leggermente piccante.
Adatta per accompagnare formaggi, verdure e carne lessati.



Gr. 650 di cipolle rosse, sbucciate, pulite e ridotte a fettine non troppo sottili
Gr.   50 uvetta 
Ml.100 acqua 
Gr.  50 zucchero di canna
2 cucchiai di miele
mezzo cucchiaino di peperoncino oppure un pezzettino di peperoncino fresco (a piacere)
il peperoncino varia a seconda di quanto puo' piacere il grado di piccantezza

Con qjueste dosi ho ricavato circa gr.400 di marmellata

Mettere le cipolle preparate in una casseruola dal fondo spesso, unire l'acqua e mettere sul fuoco basso per un quarto d'ora, aggiungere lo zucchero e lasciare sempre a fuoco basso per altri quindici minuti.

Mescolare, spegnere il fuoco, aggiungere il miele, l'uvetta  e mettere la casseruola con coperchio nel forno a 100º per due ore, mescolando di tanto in tanto affinche' la marmellata non si attacchi sul fondo della casseruola.

Togliere dal forno, mescolare bene aggiungere il peperoncino a piacere.

Mettere nei vasetti sterilizzati e conservare in frigorifero. 





Sunday, September 25, 2016

PONCHO VIRUS

Questa e' la lavorazione del momento e non capivo perche' si chiamasse Virus....ora ho capito....questo poncho l'ho finito in due giorni e subito dopo ne ho iniziato un altro!
Il virus me l'ha passato Tania, una mia carissima amica e io spero di passarlo a qualcuna di voi....



Gr. 300 lana melange
Gr.   50 lana panna
Gr.   50 lana marrone chiaro
Uncinetto n. 10

Avviare 72 catenelle e chiuderle a cerchio con una maglia bassissima.
primo giro tutto a punto alto

secondo giro lavorare
7 cat. saltare 3 maglie, 1 maglia bassa.
4 cat. saltare 3 maglie, 1 maglia bassa.
4 cat. saltare 3 maglie, 1 maglia bassa.
4 cat. saltare 3 maglie, 1 maglia bassa.
7 cat. saltare 3 maglie, 1 maglia bassa.
7 cat. saltare 3 maglie, 1 maglia bassa.
4 cat. saltare 3 maglie, 1 maglia bassa.
4 cat. saltare 3 maglie, 1 maglia bassa.
4 cat. saltare 3 maglie, 1 maglia bassa.
7 cat. saltare 3 maglie, chiudere il giro con maglia bassissima.


 
Si otterrano cosi due gruppi doppi di archetti da 7 catenelle, 4 gruppi semplici di archetti da 7 catenelle, e 4 gruppi da 4 catenelle.



giro successivo.
nei gruppi di sette catenelle fare 10 punti alti mentre nei 3 gruppi di 4 catenelle fare un punto basso, 4 catenelle e saltare nell'archetto sucessivo con un punto basso.



giro successivo.
nei gruppi di sette catenelle fare un punto alto sopra ogni punto alto del giro precedente, nei 2 gruppi di 4 catenelle un punto basso, 4 catenelle e saltare nell'archetto successivo con un punto basso.



giro successivo.
nei gruppi di sette catenelle fare un punto basso, 1 catenella e ripetere per le dieci maglie, nell'archetto di quattro catenelle fare un punto basso.



giro successivo.
si riparte con le catenelleformando un nuovo motivo.



 Vi metto anche questo video che vi spiega esattamente come va fatta la lavorazione Virus


clicca qui per vedere il video 
se volete farlo con una lana grossa meglio usare le 72 catenelle come ho fatto io e non le 120 del video altrimenti lo scollo diventa troppo largo. 

Eccolo rifatto in colore porpora e lilla per la mia nipotina Camilla.
Ho usato lana merino e uncinetto numero 8



Ecco un altro poncho modello virus 






MODELLO GIULIA






Taillerur pantalone composto da giacca attillata in jersey di cotone elasticizzato color lilla, allacciato davanti con gancetto automatico, bordato con pailletes e corallini lilla applicati a mano

Pantalone a sigaretta, attillato, in jersey di cotone elasticizzato color lilla, bordato con pailletes e corallini lilla applicati a mano.

Top traforato con spalline, in cotone filo di Scozia verde mela, lavorato a uncinetto a punto alto e basso.

Stola in alpaca verde mela lavorata a ferri a punto legaccio.

Girocollo a piccole maglie dorate.

MODELLO GRISELDA




Completo in maglia lame' argentato composto da golfino manica a tre quarti,  corto, allacciato sul seno con nastrino in raso argentato, lavorato a ferri a maglia rasatta.

Pantalone a sigaretta in maglia lame' argentata lavorata a ferri a maglia rasata.

Orecchini pendenti ad anellini argentati.

Saturday, September 24, 2016

POLPETTE ZUCCA E CECI AL FORNO

Sfiziose e leggere polpettine di zucca e ceci cotte al forno.


Gr. 150 zucca frullata
Gr. 150 ceci precotti frullati
2 cucchiai di formaggio grattugiato
2 cucchiai di pane grattugiato
sale e pepe quanto basta



olio d'oliva per cuocere

In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti, condire con sale e pepe al punto giusto e formare delle polpette che andranno adagiate sulla placca del forno spennellata con dell'olio d'oliva.

Spennellare la superficie con olio d'oliva e infornare a 180º per dieci minuti.





Friday, September 23, 2016

MODELLO LOREDANA




Top in pizzo macrame' nero, allacciato dietro con bottoncini automatici.

Gonna in tulle nero, arricciata in vita.

Stola in alpaca nera lavorata a uncinetto a maglia rasata.