xmlns:og='http://ogp.me/ns#' Non di solo pane...

Saturday, April 21, 2018

PANBAULETTO ALLA PANNA E GRANOLA

La Granola o Knuspermüsli è una miscela di fiocchi d'avena, miele, frutta secca o frutta disidratata, praticamente il Muesli in versione americana. Il panbauletto panna e granola e' un pane morbido, con un sapore e un profumo unico.Ottimo per la prima colazione accompagnato da burro, marmellata o creme al cioccolato, perfetto anche gustato con ricotta o formaggi spalmabili.




Ingredienti

400   g farina tipo 1 con proteine 12,5
100   g granola
  50   g lievito madre liquido 
  50   g zucchero di canna
150 ml acqua tiepida
150 ml panna fresca
 30   g olio d'oliva
   5   g sale

latte per spennellare la superficie



Per chi utilizza pasta madre solida:
80 g esubero lievito, 370 g farina, resto degli ingredienti invariato.

Per chi utilizza lievito di birra:
fresco: 3 g lievito
secco : 1 g lievito
Il resto degli ingredienti resta invariato.
Per il lievito di birra, mescolare in una ciotolina il lievito con 100 g di farina e 100 g di acqua presi dal totale, mescolare bene fino ad ottenere una sorta di cremina, coprire con pellicola trasparente, praticare un piccolo foro e lasciare riposare per un'oretta. Il poolish sara' pronto quando in superficie si formeranno tante piccole bollicine e al centro si formera' un piccolo cedimento.
Quando il poolish sara' pronto si potra' procedere come da ricetta.



Esecuzione

Nella ciotola della planetaria miscelare con fruste da cucina acqua, panna e lievito fino ad ottenere una fitta schiuma in superficie.

Azionare la planetaria con la foglia a bassa velocita', aggiungere poco per volta la farina setacciata e mescolata in precedenza alla granola, e lavorare l'impasto per qualche minuto, fino a che liquidi e farina saranno ben amalgamati.

Aggiungere lo zucchero e impastare sempre con la foglia a media velocita' per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Sostituire la foglia con il gancio e lavorare l'impasto a media velocita' aggiungendo l'olio a filo, poco per volta, lasciando che si incorpori bene all'impasto e  infine il sale,  lavorare bene  fino ad ottenere un impasto morbido e non appiccicoso.

Ribaltare l'impasto sul piano di lavoro spolverato con poca farina e lasciarlo  riposare per un quarto d'ora, coperto con ciotola a campana.

Fare delle pieghe a libro per due volte ogni 15 minuti.



Rimettere l'impasto in ciotola leggermente oleata, sigillare e lasciare lievitare fino al raddoppio.

Riprendere l'impasto e stenderlo a forma rettangolare, sul piano di lavoro,  arrotolarlo su se' stesso e adagiarlo in uno stampo da plumcake foderato con carta forno bagnata e strizzata.



Lasciare lievitare coperto con pellicola, fino a quando l'impasto arrivera' ad un centimetro dal bordo dello stampo.


Spennellare il panbauletto con latte e infornare a 180º per 40 minuti coprendo la superficie con un foglio di carta forno se diventa troppo scura.

Togliere dal forno e lasciare nello stampo per qualche minuto. 

Rimuovere il pan bauletto dallo stampo e lasciare raffreddare su gratella.



COLLANA ROSE ROSA E VIOLA


Collezione 2018

Collana di roselline rosa, lilla e viola, fatte a uncinetto, filo con foglioline verdi, perle di vetro porpora e rosa pallido, perline bianche.

COLLANA TURCHESE CON NAPPINA MARRONE



Collezione 2018

Collana perle ovali in legno, perle di vetro opaco turchese, perle in cristallo dorato, dadi turchese, ciondolo marrone con nappina, foglie madreperla marrone, da indossare corta e lunga, con moschettone argentato.

Thursday, April 19, 2018

PANE FICHI E NOCI MACADAMIA

La fragranza di questo pane si accompagna alla dolcezza dei fichi e delle noci.
Un pane con una crosticina croccante e un interno soffice e leggero, grazie anche alla presenza della patata lessa nell’impasto.
Questo pane e’ buono anche da solo, ottimo con marmellate e miele, ma spettacolare con formaggi cremosi e piccanti.



Ingredienti

500   g farina tipo 1 proteine 12,5
300 ml acqua a temperatura ambiente
150   g purea di patata
  50   g lievito madre liquido rinfrescato
  10   g sale
100   g fichi secchi tagliati a pezzettini
  50  g gherigli di noci macadamia ridotte a pezzettoni



Per chi utilizza pasta madre solida:
80 g lievito, 470 g farina totale, resto degli ingredienti invariato.



Per chi utilizza lievito di birra:
fresco: 3 g lievito
secco : 1 g lievito
Il resto degli ingredienti resta invariato.
Per il lievito di birra, mescolare in una ciotolina il lievito con 100 g di farina e 100 g di acqua, mescolare bene fino ad ottenere una sorta di cremina, coprire con pellicola trasparente, praticare un piccolo foro e lasciare riposare per un'oretta. Il poolish sara' pronto quando in superficie si formeranno tante piccole bollicine e al centro si formera' un piccolo cedimento.
Quando il poolish sara' pronto si potra' procedere come da ricetta.



Esecuzione

Nella planetaria sciogliere il lievito con l'acqua mescolando con una frusta a mano o con una forchetta fino ad ottenere una fitta schiuma in superficie.

Aggiungere la purea di patate e mescolare bene.

Azionare la planetaria con la foglia a bassa velocita', aggiungere poco per volta la farina setacciata lasciando un paio di cucchiai ai quali verra' mescolato il sale.

Lavorare l'impasto fino a che la farina sara' completamente assorbita. 

Sostituire la foglia con il gancio e portare ad incordatura.

Abbassare al minimo la velocita' della planetaria e introdurre le noci e i fichi e lasciar lavorare per un paio di minuti fino a che si saranno amalgamati bene all'impasto.

Lasciare riposare l'impasto coperto in ciotola per 15 minuti.

L'impasto si presentera' un pochino appiccicoso.

Ribaltare poi l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato ed eseguire le pieghe a libro per tre volte a distanza di mezz'ora l'una dall'altra, tenendo coperto l'impasto negli intervalli con ciotola a campana.

Pirlare bene e mettere l'impasto in una ciotola leggermente oliata, sigillandola bene.

Lasciare puntare l'impasto per un'ora e poi mettere in frigorifero per una notte, circa otto ore.

Togliere dal frigorifero e portare l'impasto a temperatura ambiente, lasciare che raddoppi il suo volume.

Ribaltare l'impasto sul piano di lavoro infarinato e senza sgonfiarlo fare un giro di pieghe a libro, pirlare leggermente e lasciar riposare l'impasto per 30 minuti coperto con ciotola a campana.

Girare l'impasto, stenderlo ancora una volta  in un rettangolo, delicatamente, senza sgonfiarlo e senza manipolarlo troppo, arrotolare l'impasto su se' stesso, senza stringerlo troppo evitando di rompere le bolle che si sono formate, pirlare, spolverare con un po' di farina, e adagiare il pane in un panno di cotone ben infarinato con la chiusura verso l'alto.

Richiudere il panno e inserire il cestino con il pane in un sacchetto per alimenti e sigillare bene.

Mettere il pane sigillato in frigorifero per un paio d'ore.

Preriscaldare il forno a 250º, con la pentola e il coperchio al suo interno.

Trascorsa la lievitazione ribaltare con molta delicatezza il pane su un foglio di carta forno dopo aver passato sulla sua superficie della farina.

Fare i tagli, togliere la pentola dal forno, adagiarvi il pane con la carta forno, coprire con il suo coperchio e cuocere per 20 minuti.



Abbassare a 230º e continuare la cottura per altri 20 minuti togliendo il coperchio.




Abbassare a 160º e cuocere per altri 20 minuti, gli ultimi 10 minuti con cottura a spiffero.



Sfornare il pane, toglierlo dalla pentola e lasciarlo raffreddare completamente prima di tagliarlo, possibilmente appoggiato a una parete verticale.




Monday, April 16, 2018

PIASTRA OVALE CON BOUQUET FLOREALE



Piastra ovale in porcellana, dipinta a mano, con motivi floreali...work in progress...


Piastra ovale in porcellana 7 cm x 9 cm, bouquet floreale, dipinta a mano, tecnica tradizionale, terzo fuoco, cottura forno a muffola.

Sunday, April 15, 2018

COLLANA ROSA ROSSA




Collezione 2018

Collana lavorata a uncinetto con filo di cotone rosso, perle di cristalli rossi e platino,  perle di cristallo swarovski, rosa rossa in resina, e guarnizioni in metallo brunito, da indossare corta e lunga.

Saturday, April 14, 2018

CIAMBELLA FICHI AL VIN BRULE' E AMARENE SCIROPPATE

Il fico e' un frutto molto delicato, molto in voga gia' nell'antichita', veniva offerto presso i Greci e i Romani come simbolo di buon augurio.
Ne esistono diverse varieta', che possono essere consumate sia fresche che secche. Viene colto tra l'estate e l'autunno, e la sua freschezza si presta perfettamente alla preparazione di torte e crostate durante i periodi caldi.
La ciambella di fichi di oggi e' un dolce semplice da preparare e al tempo stesso molto particolare; una ciambella compatta ma morbidissima, realizzata con fichi freschi cotti nel vino brule', uniti a un morbido impasto con l'aggiunta di succose e dolci amarene sciroppate. 



Ingredienti

300  g farina bianca tipo 1 
100  g burro fuso
150  g zucchero
2 uova intere
100  g yogurt bianco
300  g fichi freschi
mezzo bicchiere di vino rosso
1 pezzettino di cannella
1 anice stellato
1 chiodo di garofano
2 cucchiai di zucchero
 15  g lievito per dolci
20 amarene sciroppate


Esecuzione

Sbucciare i fichi, tagliarli a pezzetti abbastanza grandi e metterli in un pentolino con il vino rosso e lo zucchero. 

Lasciarli cuocere a fuoco lento per mezz'ora, toglierli dal fuoco, eliminare le spezie e farli raffreddare.

In una ciotola montare le uova con lo zucchero fino a farle diventare cremose e spumose.

Mescolando dall'alto verso il basso, con molta delicatezza per non far smontare le uova, aggiungere poco per volta il burro fuso freddo, lo yogurt, i fichi, mescolare bene e amalgamare tutti gli ingredienti.

Aggiungere la farina setacciata con il lievito mescolando sempre con delicatezza, lavorando l'impasto dall'alto in basso per non farlo smontare.

Aggiungere infine le amarene, mescolarle bene all'impasto e mettere tutto in uno stampo da ciambellone.

Infornare a 180º per un'ora. (fare la prova stecchino prima di rimuovere la torta dal forno)

Togliere dal forno e lasciar raffreddare prima di sformare la ciambella.

Aggiungere zucchero a velo prima di servire.